Menu
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
Menu
Menu
Eventi
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
BIBLIOTECA DI QUARTIERE
Presentazione libro 'POCHE. La questione di genere nell'industria culturale italiana' - CIVIL WEEK
favorite_border
09 May 18:00
Until 09 May, 19:30 1h 30m

Presentazione libro 'POCHE. La questione di genere nell'industria culturale italiana' - CIVIL WEEK

Presentazione del saggio: "POCHE. La questione di genere nell'industria culturale italiana".

Alessandra Micalizzi, curatrice del saggio, in dialogo con Isa Maggi, coordinatrice nazionale Stati generali delle Donne.

In collaborazione con Equaly e Stati Generali delle donne.

Evento all'interno del progetto Civil Week.

Il progetto Civil Week nasce dall’esigenza condivisa di alcuni importanti soggetti del territorio metropolitano milanese, i quali supportano e promuovono in varie forme il Terzo settore e le espressioni di partecipazione, cittadinanza attiva, solidarietà ed economia civile sia a livello locale, sia nazionale, di dar voce e forza alle moltissime esperienze positive, costruttive e generatrici di bene presenti nella città metropolitana di Milano, pur mantenendo uno sguardo rivolto a tutto il Paese.

 

Il saggio si propone come un’opera corale, in grado di raccogliere alcuni dei più recenti contributi sulla riflessione intorno ai media e al genere, focalizzando l’attenzione su tre ambiti precisi: l'industria videoludica, audiovisiva e musicale. All’interno di una cornice di stampo prevalentemente socio-culturale, si collocano i diversi contributi che, pur riflettendo su aspetti diversi dell’industria culturale, propongono riflessioni innovative a partire da ricerche sul campo.

Il tema della discriminazione di genere è oggetto di riflessione sociologica da molto tempo, con un affondo specifico sulla costruzione di senso intorno alla rappresentazione sociale del femminile da parte dell’industria culturale, intesa come fucina di produzione e veicolazione di modelli che contribuiscono alla costruzione dell’immaginario di genere. Forse più trascurata è la prospettiva che vede la stessa industria da un punto di vista organizzativo: come contesto di lavoro, come sistema che produce risorse economiche, e in cui vengono negoziati ruolo e potere.

I due ambiti costituiscono due facce della stessa medaglia poiché, sebbene i contenuti creativi prodotti e scambiati dai media siano il risultato di processi osmotici complessi tra media e pubblici, inevitabilmente essi riflettono le logiche di potere che orientano le scelte dei contenuti, la loro costruzione e i messaggi di cui si fanno portatori.

Il libro desidera porsi come una prima raccolta di riflessioni congiunte – di figure senior e junior del mondo accademico – intorno ai gender studies applicati al mondo dei media creativi, all’interno dei quali l’alibi del talento diviene la principale motivazione per celare discriminazioni radicate che si riflettono sull’industria, come organizzazione, e sui modelli culturali di cui è co-costruttrice.

 

Biografia di Alessandra Micalizzi:

Alessandra Micalizzi è sociologa, psicologa e dottore di ricerca in comunicazione e nuove tecnologie. È docente al SAE Institute e Professoressa Associata in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università digitale Pegaso. Dopo il dottorato è stata assegnista di ricerca presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.

Ha insegnato allo IUSVe di Venezia e Verona, allo IUSTo di Torino e allo IED di Milano.

È co-founder e vicepresidente dell’associazione Play-Ability, la prima realtà italiana che si propone di fare ricerca e interventi in ambito socio-psicoeducativo con l’ausilio del gioco (tradizionale e digitale). È membro del board scientifico della rivista italiana Narrare i Gruppi, della rivista internazionale Online Information Review [Classe A], della rivista Humanities and Social Sciences Communications [Classe A].

Dirige la collana Communication processes & cultural practices presso la casa editrice universitaria WriteUp Books [Open Access].

È coordinatrice del primo osservatorio qualitativo sul GAME e nel 2022 ha coordinato il progetto internazionale, cofinanziato da CEI Initiative, dal titolo #Playseriously, dedicato all’implementazione di un videogioco come spazio della relazione adulto-bambino nelle fasi di screening per DSA. È principal investigator per il progetto PRIN per l’unità SAE, dedicato allo sviluppo di ambienti Smart nel Metaverso per le performance musicali.

È visiting professor e membro del board del master internazionale NaaD (Architecture and NeuroScience- Coord. Prof Davide Ruzzon).

Scan QR Code
info@bibliotecaostinata.com